Contattaci subito
torna indietro

La sponsorizzazione sportiva globale continuerà a crescere nel 2019

 Secondo una ricerca dell'agenzia Two Circle, la spesa aziendale per la sponsorizzazione sportiva è destinata a crescere del 4% a £ 35 miliardi a livello globale nel 2019.
Ma i detentori di diritti, come leghe, squadre o tornei, stanno sottovalutando gli accordi di sponsorizzazione: potrebbero infatti non realizzarsi almeno 14 miliardi di sterline in entrata a causa di pacchetti obsoleti di diritti. Lo sport dovrebbe andare oltre le partnership con i consueti sostenitori, come i produttori di automobili, i servizi finanziari, le compagnie aeree e il gioco d'azzardo.
"La maggior parte dei titolari dei diritti continua a confezionare e vendere sponsorizzazioni proprio come si faceva 20 anni fa - offrendo l'esposizione del marchio attraverso la copertura televisiva lineare (TV) come principale vantaggio per i marchi", afferma il boss di Two Circles Gareth Balch.
 
Ecco un esempio di sponsorizzazione sportiva nel Regno Unito per settore:
  • Servizi finanziari - 19%
  • Automotive - 14%
  • Compagnia aerea - 13%
  • Gioco d'azzardo - 12%
  • Alcool - 9%
  • Bevande analcoliche - 7%
  • Altro - 26%
 
Tuttavia, "I titolari dei diritti si stanno adeguando", ha aggiunto Balch, "e prevediamo una correzione per la sponsorizzazione sportiva". Secondo le previsioni di Two Circles, la spesa per sponsorizzazione aumenterà del 6% rispetto alla media annuale tra il 2020 e il 2024, per raggiungere complessivamente £ 48 miliardi entro la fine del periodo.
 
Problemi di gioco
Il rapporto aggiunge tra le preoccupazioni in Europa le restrizioni di marketing sulle società di gioco d'azzardo, che attualmente rappresentano il 12% delle spese di sponsorizzazione sportiva nel solo Regno Unito. Potrebbero avere un considerevole impatto negativo sul mercato delle sponsorizzazioni sportive. Anche perché attualmente nel Regno Unito enti sanitari, enti di beneficenza, autorità di regolamentazione e imprese si stanno unendo per affrontare e risolvere il problema del gioco d'azzardo.
La Commissione sul gioco d'azzardo ha elaborato una strategia triennale incentrata sulla prevenzione, l'istruzione, il trattamento e il supporto per i giocatori problematici. Tra questi, il divieto di qualsiasi forma di pubblicità e sponsorizzazione del gioco d’azzardo, con sanzioni a carico sia di chi commissiona il messaggio pubblicitario, sia del soggetto che l’effettua ed anche del proprietario del mezzo con il quale essa è diffusa. Ciò rende dunque difficile e controverso ottenere sponsorizzazioni in tale ambito.
Ad ogni modo l’aumento generale delle sponsorizzazioni avverrà in modo stabile e a sostenere questi ritmi sarà il settore tecnologico che continuerà a essere la categoria merceologica di sponsor con la maggiore crescita.